Tra i servizi messi a disposizione da Mivebo, rientra l’intervento per prevenzione e contenimento dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, grazie all’alto livello di specializzazione raggiunto negli interventi di disinfezione e sanificazione locali.

  1. Sanificazione manuale dei punti di contatto con prodotto igienizzante a presidio medico chirurgico (maniglie, interruttori, rubinetti, distributori carta e sapone, macchine distribuzione snack, tastiere, telefoni, mouse, etc).
  2. Rilascio di Certificazione di Sanificazione in base alle disposizioni del DL N. 6 23.02.2020, DPCM 11.03.2020, PROTOCOLLO DI SICUREZZA 14.03.2020 e DL CURA ITALIA 18.03.2020

Per mantenere alti i livelli di igiene e scongiurare la permanenza del virus sulle superfici (ancora non è appurato quanto il virus possa sopravvivere a contatto con oggetti e superfici, si stima da qualche ora a giorni) è necessario effettuare una disinfezione e una sanificazione periodica dell’ambiente, importantissima per la salute di tutti, soprattutto in luoghi quelli aziendali e in qualunque luogo in cui sono presenti più individui.

Tenere pulito l’ambiente significa eliminare a priori qualsiasi tipo di germe, virus e batterio.

La sanificazione degli spazi viene effettuata con una serie di procedure atte a eliminare i rischi di contagio e di infezioni.

Grazie ai prodotti specifici riusciamo a disinfettare tutta la zona interessata, sia in grandi che in piccoli ambienti.

I prodotti impiegati sono disinfettanti cloro ossidanti a presidio Medico Chirurgico ad ampio spettro indicati contro batteri, funghi e virus.

Il meccanismo d’azione è legato allo sviluppo di cloro ossidante che agisce su componenti protoplasmatici cellulari distruggendo il microrganismo anche per interferenza su sistemi enzimatici per azione prevalente sui radicali -SH.

La velocità di azione battericida del cloro è superiore a quella di altri agenti ossidanti come ad esempio l’acqua ossigenata e le sue concentrazioni attive risultano tra le più basse rispetto a quelle di altri prodotti del gruppo degli ossidanti.

Il DL del 23 febbraio 2020, n. 6 prevede la sanificazione dei luoghi di lavoro “Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19“, il DPCM dell’11 marzo 2020 ed il PROTOCOLLO DI SICUREZZA del 14.03.2020impongono le operazioni di sanificazione dei luoghi di lavoro” per le aziende che rimangono in attività.

Nel DECRETO SALVA ITALIA del 18.03.2020 sono stati previsti fondi per rimborsare le aziende dei costi di sanificazione. Sugli oneri per la sanificazione, sia degli ambienti che degli strumenti di lavoro, è riconosciuto un credito d’imposto del 50% delle relative spese. La misura è valida per il periodo d’imposta 2020, nel limite massimo di 20 mila euro.

VEDI ANCHE SANIFICAZIONI AMBIENTALI CON MACCHINE ALL'OZONO