E' stato approvato il Codice Etico Mivebo, per ribadire ancora una volta l'impegno e la dedizione che il nostro staff mette nella cura del cliente e del lavoro svolto.

CODICE ETICO MIVEBO



1°) PREMESSA
Nell’ambito delle proprie attività, la società “Mivebo srl” (d’ora in poi Mivebo) ha identificato alcuni valori fondamentali di
riferimento, principi generali e regole di condotta cui devono attenersi, nei loro comportamenti quotidiani, gli amministratori, i
sindaci, i dirigenti, i dipendenti, i collaboratori e tutti coloro che operano per conto della Società, al fine di assicurare la correttezza
e l’etica nella gestione degli affari e consentire lo sviluppo e la crescita delle attività aziendali nel rispetto di tali valori.


2°) DESTINATARI DEL CODICE ETICO
I soci, gli amministratori, i dirigenti, i dipendenti, i collaboratori della società Mivebo sono i principali destinatari del presente codice
etico (in seguito i “Destinatari”).
In nessun caso il perseguimento dell’interesse della società può giustificare una condotta contraria alle leggi vigenti, ai principi e alle
regole del presente codice etico.


3°) MISSIONE E VALORI DI RIFERIMENTO
I valori che caratterizzano l’agire della società e delle persone che operano sono l’onestà, la legalità, l’integrità, lo spirito di squadra,
la responsabilità, la trasparenza, l’imparzialità, la riservatezza, l’eccellenza nei risultati, il rispetto e la salvaguardia dell’ambiente.
La creazione di valore che permette di remunerare il rischio imprenditoriale è obiettivo primario che viene perseguito nel rispetto
delle leggi vigenti, dei valori e delle regole del presente codice etico.
Il codice etico costituisce lo strumento di garanzia e di affidabilità a tutela del patrimonio aziendale e della reputazione della società,
al fine di salvaguardare tutti i portatori di un legittimo interesse nei confronti della stessa.


4°) CODICE DI COMPORTAMENTO E PRINCIPALI NORME INDEROGABILI DI COMPORTAMENTO:
4.1 Regalie
E’ fatto divieto assoluto di offrire/ricevere, direttamente o indirettamente, a/da clienti/fornitori, regalie o benefici
(denaro, oggetti, servizi, prestazioni, favori o altre utilità) tali da poter essere interpretati da un osservatore imparziale
come finalizzati al conseguimento di un vantaggio anche non economico.
4.2 Pubblica Amministrazione
La Mivebo condanna qualsiasi comportamento consistente nell’offrire o promettere, direttamente
o indirettamente tramite soggetti terzi, denaro od altra utilità a rappresentanti della Pubblica
Amministrazione o dei Committenti in genere da cui possa conseguire un interesse o un vantaggio per
la società, anche solo potenziale.
4.3 Ambiente
La Mivebo gestisce le sue attività perseguendo l’eccellenza nel campo della tutela dell’ambiente,
della salute sul lavoro, nonché dell’incolumità pubblica.
Tale impegno è esteso anche alle ditte subappaltatrici e affidatarie operanti nei propri cantieri.
4.4 Amministrazione Societaria
I soci, gli amministratori, i dirigenti e i responsabili della società Mivebo devono tenere una
condotta corretta e trasparente nello svolgimento della loro funzione, con particolare riguardo nel
rispetto della normativa vigente in materia di bilancio, di anti-corruzione e di lotta alla criminalità
organizzata.
Tutti i destinatari del codice etico sono obbligati a garantire la veridicità e l’autenticità delle
informazioni rese nello svolgimento dell’attività di propria competenza.
La Mivebo condanna qualsiasi comportamento volto ad alterare la correttezza e la veridicità dei
dati e delle informazioni contenute nei bilanci e nella altre comunicazioni sociali.
4.5 Chiarezza e verità in ogni operazione
Tutti i Destinatari devono evitare situazioni di conflitto di interesse, anche solo potenziale, tra
attività economiche personali e attività aziendali nell’ambito dello svolgimento delle funzioni. Ogni
operazione deve essere legittima, autorizzata, coerente, congrua, documentata, registrata e
verificabile.
4.6 Tutela del patrimonio aziendale e della riservatezza
Ogni Destinatario è tenuto a salvaguardare il patrimonio aziendale, custodendo i beni mobili e
immobili, le risorse tecnologiche, i supporti informatici, le informazioni e il Know-how della società.
In particolare ogni destinatario deve:
- usare i beni aziendali secondo le policy aziendali ed evitarne usi impropri;
- mantenere il segreto sulle informazioni riservate riguardanti la società Mivebo
- mantenere il segreto sulle informazioni di cui eventualmente si viene a conoscenza
presso qualsiasi committente di Mivebo .
4.7 Tutela dell’immagine e della reputazione
La buona reputazione e l’immagine di Mivebo rappresentano una risorsa immateriale essenziale
per la vita e lo sviluppo delle attività aziendali. A tal fine i Destinatari si impegnano ad agire in
conformità ai principi del presente codice etico nei rapporti con clienti, fornitori, cittadini,
istituzioni, associazioni, pubbliche autorità e terzi in genere.
4.8 Regole di condotta
La società Mivebo si impegna ad:
- agire nel rispetto delle regole di concorrenza dei principi di correttezza e buona fede;
- intrattenere con i funzionari incaricati dal committente relazioni chiare e corrette.


5°) MODALITA’ DI ATTUAZIONE E CONTROLLO
Tutti coloro che lavorano e collaborano con Mivebo sono impegnati a osservare e fare osservare i
principi e le regole inderogabili del presente codice etico.
I soci, gli amministratori, i sindaci e i dirigenti hanno il dovere di fornire per primi l’esempio di
coerenza tra i principi del codice etico e i comportamenti quotidiani.
L’osservanza delle norme del codice etico costituisce parte essenziale delle obbligazioni contrattuali
con valore vincolante per tutte le persone che operano per conto della società.
La violazione delle norme del presente codice può comportare la risoluzione del rapporto e il
risarcimento del danno.
Ogni violazione o sospetto di violazione deve essere comunicata per iscritto e non in forma
anonima al Garante del codice etico.
E’ garantita la riservatezza dell’identità del segnalante e la tutela da qualsiasi tipo di ritorsione.
La società si impegna a dare adeguata diffusione interna ed esterna del codice etico mediante:
- distribuzione a tutti i componenti degli organi sociali e a tutti i dipendenti;
- pubblicazione sul sito internet aziendale;
- messa a disposizione di consulenti, fornitori e partner.


Il Garante deputato a vigilare sul rispetto del codice etico è il Legale Rappresentante Pro Tempore, le cui osservazioni dovranno
essere comunicate all’Assemblea e/o al Consiglio di Amministrazione per le valutazioni e i provvedimenti opportuni in funzione
della gravità di cui possano essere deputati gli organi di valutazione.

Approvato con delibera Assembleare del 19/01/18